Riordinare gli scaffali della nostra libreria è un po’ come sistemare il guardaroba ad ogni cambio di stagione; però mentre col vestiario ci limitiamo (semplicemente) a sostituire maglioncini di lana e cappotti super imbottiti con t-shirt leggerissime e giacchette di cotone, con i libri iniziamo a disperarci. Ci disperiamo perché non è per niente facile, anzi, il più delle volte risulta essere un’ardua impresa.
La cosa certa è che tutti (i libri), devono essere posizionati al posto giusto, in modo tale da non perderli di vista. Ogni libro deve contraddistinguersi ed essere valorizzato pienamente; insomma, vogliamo averli stretti stretti a noi, riconoscerli dal profumo e soprattutto ci sentiamo in dovere di cullarli in caso di “carenza d’affetto”.

Il lettore vorace, però, non si accontenta di avere un numero definito di bambini da coccolare gioiosamente, ma è sempre pronto a cedere un po’ di più il suo spazio per adottarne uno nuovo. Gli orfani cartacei non devono assolutamente giacere in un cantuccio qualunque, hanno bisogno di una casa bella ed accogliente e di essere amati da animi nobili come il nostro.
Allora per dare ad ogni libro la sua staticità affinché possa sentirsi in pace con se stesso, cerchiamo mille modi per mettere in ordine questo disastro cosmico.
Non tutti capiranno questo disagio, forse per alcuni sembreremo solo dei grandi attori che mettono in scena la migliore tragedia greca che si sia mai vista in tutta la storia; ma chi condivide la nostra stessa passione, è in grado di comprendere il dramma in questione.
Proprio per questo, abbiamo deciso di aiutarvi partendo dalle soluzioni più ovvie fino ad arrivare ad una che potrebbe risolvere tutti i vostri problemi.

1) Ordinare i libri in ordine alfabetico.

2)Ordinare i libri a seconda della loro forma e grandezza.

3)Ordinare i libri in base ad un unico colore o posizionarli con colori tutti differenti tra loro (in modo tale da rendere la vostra stanza più divertente e sbarazzina).

4)Ordinare i libri in base alle loro edizioni o al periodo in cui sono stati scritti.

5)Ordinare i libri a seconda della nazionalità a cui appartengono gli autori.

6)Ordinare i libri in base al loro genere.

7)Ordinare i libri distinguendo il sesso degli autori.

8)Ordinare i libri distinguendo le collane da quelli singoli.

9)Ordinare i libri orizzontalmente o verticalmente.

… e infine, come ciliegina sulla torta, vi proponiamo di sistemare i vostri pargoli seguendo il consiglio del grande Ettore Scola, riportandovi una delle sue citazioni più belle: «Perché c’è un ordine segreto. I libri non puoi metterli a caso. L’altro giorno ho riposto Cervantes accanto a Tolstoj. E ho pensato: se vicino ad Anna Karenina c’è Don Chisciotte, di sicuro quest’ultimo farà di tutto per salvarla.»

Immaginate Leopardi accanto al ribelle D’Annunzio o Bukowski e la sua ammirazione per l’esistenzialista Sartre o ancora, Foscolo e l’invidiato Ulisse di Omero e tante altre e infinite combinazioni.

Chissà, forse sbocceranno nuovi amori, o assisteremo ad alcuni scambi di coppie. Qualche dannato dantesco, magari, potrà anche essere assolto e spedito in Paradiso, o Cerbero potrà essere addomesticato da Amore e Psiche.

Vi sono piaciute le nostre idee? Adesso provate a piccoli passi a costruire una grande storia, e magari se vi va scrivetecela.

Saremo ben felici di leggerla!

Rispondi