Dopo il sì definitivo e unanime alla “sedia rovente”, il nuovo format di qualifiche per la Formula 1, la FIA ha aggiornato il regolamento sportivo modificando il paragrafo n.33. Il nuovo format debutterà al primo GP del 2016 ma, per rendere chiare le idee di come sarà e di come si svolgerà, diamo direttamente la parola al regolamento sportivo della FIA, tradotto da Social e scaricabile in lingua inglese a questo indirizzo: http://www.fia.com/regulations

33) QUALIFYING PRACTICE

33.1)  La sessione di prove di qualifica si svolgerà il giorno prima della gara tra le 14:00 e le 15:00. La sessione si volgerà come segue:

  • Dalle 14:00 alle 14:15 (Q1) tutte le auto saranno ammesse al tracciato. Sette minuti dopo lo start della sessione, l’ultimo pilota in classifica verrà eliminato e non sarà più cronometrato. Di conseguenza dovrà tornare nella pit lane e non potrà più prendere parte alle qualifiche. La stessa procedura sarà applicata dopo 8m30s, 10m0s, 11m30s, 13m0s and 14m30s, lasciando solo sedici auto in pista. Alla fine della sessione, tutti i piloti in pista possono completare il giro in corso e una volta completato, l’ultimo pilota in classifica non potrà più prendere parte alle successive qualifiche (Q2). I tempi registrati dalle ultime quindici auto saranno cancellati.
  • Dalle 14:24 alle 14:39 (Q2) le quindici vetture rimanenti saranno ammesse al tracciato. Sei minuti dopo lo start della sessione, l’ultimo pilota nella classifica verrà eliminato e non sarà più cronometrato. Di conseguenza dovrà tornare nella pit lane e non prenderà più parte alle qualifiche. La stessa procedura sarà applicata dopo 7m30s, 9m0s, 10m30s, 12m0s and 13m30s, lasciando solo nove auto in pista. Alla fine della sessione, tutti i piloti in pista possono completare il giro in corso e una volta completato, l’ultimo pilota in classifica non potrà più prendere parte alle successive qualifiche (Q3). I tempi registrati dalle ultime otto auto saranno cancellati.
  • Dalle 14:46 alle 15:00 (Q3) le otto vetture rimanenti saranno ammesse al tracciato. Cinque minuti dopo lo start della sessione, l’ultimo pilota nella classifica verrà eliminato e non sarà più cronometrato. Di conseguenza dovrà tornare nella pit lane e non prenderà più parte alle qualifiche. La stessa procedura sarà applicata dopo 6m30s, 8m0s, 9m30s, 11m0s and 12m30s, lasciando solo due auto in pista. Alla fine della sessione, gli ultimi piloti in pista possono completare il giro in corso e una volta completato, verrà stabilita la classifica finale.

Questa procedura si basa su 22 monoposto registrate ufficialmente all’evento. Se invece saranno 24 monoposto, ne saranno escluse otto dopo la Q1 e la Q2. Se saranno 26 monoposto, ne saranno escluse nove dopo la Q1 e la Q2 e così via, dicendo anche se ci saranno meno vetture ammesse all’evento. Se necessario, gli intervalli tra la sessioni e le eliminazioni saranno adeguati per garantire una Q3 senza variazioni.

33.2) A qualsiasi pilota a cui la monoposto si ferma sul circuito durante la sessione di qualifiche, non sarà più permesso di prendere parte alla sessione. Ogni vettura che si ferma sul circuito durante la sessione di qualifiche e che verrà riportata ai box prima della fine della sessione, sarà tenuta nel parco chiuso fino alla fine della sessione.

33.3) Alla fine delle qualifiche, i tempi ottenuti dai singoli piloti saranno pubblicati ufficialmente.

Rispondi