Continua ad aumentare la tensione nel quartiere Salicelle di Afragola. Oggi tutta l’attenzione è sull’ennesimo omicidio di uno dei giovani del quartiere, Daniele Stara, morto in un agguato dallo stampo camorristico in quel di Piscinola. Il giorno prima, invece, ad alimentare la cronaca nera della nostra città erano stati altri due giovani, colti in flagrante per rapina in via Ugo La Malfa (nei pressi degli istituti scolastici Aldo Moro e Mozzillo) e, dopo un lungo inseguimento, portati nel Commissariato di Polizia di Afragola, dove sono stati riconosciuti dalle vittime della rapina e quindi avviati per il trasferimento nel carcere di Poggioreale.

Solo “Il Mattino”, però, ha riportato quanto avvenuto dopo l’arresto: secondo quanto scritto  dal quotidiano di via Chiatamone, un centinaio di residenti del quartiere, che sarebbero stati radunati dagli uomini del clan, si sono accalcati contro il cancello del Commissariato, scuotendolo con violenza e intonando cori e minacce di morte contro gli uomini della Polizia. Solo la resistenza del cancello, e lo sfinimento degli assalitori, ha consentito di liberare l’edificio dall’assedio, dopo qualche ora.

Non è nemmeno il primo episodio di aggressione contro gli uomini del Commissariato di Afragola e la sua nuova sede, costruita al centro del quartiere Salicelle ed inaugurata pochi mesi fa. E che ha sempre più bisogno di essere difesa, così come i tanti abitanti onesti del quartiere, dalla presenza di una malavita sempre più insofferente alla presenza dello Stato.

Rispondi