notte sport imagineLo scorso Giovedì 4 Giugno, presso il complesso sportivo “Luigi Moccia” di Afragola ha avuto luogo la manifestazione “Notte dello sport”, a cui hanno partecipato le associazioni sportive afragolesi di calcio (Afragola ’92, Cas Afragola, San Giuseppe Afragola), rugby (U.S. Rugby Afragola), pallavolo (Asd Sirio Volley Afragola), bocce (Bocciofila Afragola), atletica (New Atletica Afragola) e basket (Centro Basket Afragola). Dalle ore 18 alle ore 24 si è svolta una vera e propria festa dello sport, senza precedenti nella cittadina napoletana, che ha registrato più che un discreto successo in termini di partecipazione e di affluenza di pubblico, con tanti appassionati a riempire le tribunette del palazzetto e del campo A per seguire le esibizioni degli affiliati alle società partecipanti. Il programma è stato scandito da eventi in rapida successione: ad aprire le danze l’esibizione della bocciofila presso il bocciodromo; poi è stato il turno del calcio, con in campo i ragazzini terribili del San Giuseppe Afragola, e in contemporanea della New Atletic Afragola, i cui rappresentanti hanno emozionato gli spettatori assiepati lungo l’ovale del “L. Moccia” o seduti in tribuna con gare di velocità e competizioni staffettistiche. Al crepuscolo, invece, sono scesi in campo i ragazzi del calcio e del rugby, e a vincere è stato il fairplay: le due discipline hanno condiviso il terreno di gioco per gran parte dell’esibizione rispettandosi a vicenda, mentre anche gli interventi ed i placcaggi più duri facevano presto a trasformarsi in sorrisi e strette di mano. La festa dello sport afragolese è continuata poi con lo spettacolo offerto dal Centro Basket Afragola e dalla Asd Sirio Volley Afragola. Anche qui non sono mancate le emozioni, con i baby talenti del canestro ad infuocare il parquet con giocate da veri professionisti, e con le ragazze del volley che stupiscono gli spalti (gremiti in ogni ordine di posto) per la loro abilità a coniugare agilità e potenza, nonché per la precisione e la malizia dimostrata nei più disparati episodi di gioco. È stata una vera festa dello sport, dunque, dove le società che da anni – e tra mille difficoltà – mantengono vivo lo sport ad Afragola hanno avuto la possibilità di mostrare ad un pubblico di appassionati e curiosi la bontà del loro lavoro. Tuttavia, le note dolenti della manifestazione sono da registrare nell’incuria e nel degrado in cui versa l’impianto sportivo ospitante: il manto erboso nient’affatto tagliato a regola d’arte, la mancanza di linee delimitanti il campo da calcio, la pista di atletica non in perfette condizioni, abbondanti erbacce presenti ai bordi delle strutture in cemento intorno al campo A (e non solo), infine il parquet un po’ traballante del palazzetto, non sono stati il biglietto da visita ideale per le società come per l’amministrazione da presentare al pubblico. Quest’ultima, a cui va comunque tributato un ringraziamento per il concepimento e l’attuazione della manifestazione, è infatti da anni impantanata nella mala gestio del “L. Moccia” e pare non aver ancora trovato una soluzione soddisfacente ed idonea ad accontentare gli interessi di tutte le parti in causa (associazioni sportive e privati cittadini, in primis). Mentre è al vaglio anche l’ipotesi di dare in gestione ai privati l’impianto sportivo, in attesa che possa presto trovarsi una soluzione in grado di valorizzare la passione e il lavoro dei tanti sportivi afragolesi e non, registriamo con interesse le dichiarazioni dell’Assessore allo Sport Salvatore Iavarone, il quale alle telecamere di SocialPeriodicoTV ha dichiarato che nessun pregiudizio colpirà chi voglia usufruire dell’impianto “L. Moccia”, qualsiasi sarà la scelta dell’amministrazione in merito. 

 

Rispondi