Questa settimana vorrei portare alla vostra attenzione una perla che merita di essere posseduta da ogni giocatore che si rispetti, chiaramente sto parlando di Bioshock, un gioco FPS vecchio stile, contornato da ottimi elementi GDR e da un comparto tecnico eccellente. Benché si tratti di un gioco FPS, si differenzia molto da tutti i giochi facenti parte dello stesso genere, non può essere confrontato ad un COD o un Battelfield, semplicemente per il fatto che Bioshock ha introdotto elementi ben diversi. Tutto comincia dopo un incidente aereo che lascerà il giocatore nel bel mezzo dell’oceano atlantico; salvandosi entrerà in un faro che lo porterà sott’acqua,  a Rapture, una città sottomarina costruita in segreto con scopi di libertà di pensiero e di evoluzione della razza umana.  La città, con il tempo, ha cambiato tono e bellezza diventando cupa e distrutta, il posto è dilaniato da una guerra civile tra gli abitanti della città che operano due scuole di pensiero completamente diverse. Uno degli aspetti positivi del gioco riguarda la grande varietà dei nemici che affronteremo, infatti molti degli abitanti di Rapture, a causa di malformazioni, saranno diventati degli autentici mostri che non esiteranno ad attaccare; per fronteggiarli tutti il giocatore avrà a disposizione numerose armi che in seguito potranno essere anche potenziate.  Oggetti, abilità e potenziamenti aumentano di molto la varietà del gioco. In Bioshock è presente anche la modalità “Sopravvissuto” che rende l’avventura molto più godibile, i paesaggi aggiungono uno stile ancora più horror e cupo dell’avventura normale e le risorse a disposizione del giocatore saranno molto poche, ma non è solo una difficoltà aggiuntiva, è un modo per far ragionare il giocatore: in moltissimi casi affrontare tutti gli scontri di un livello ci porterà, andando avanti nel gioco, a non avere più risorse utili per andare avanti nel gioco, quindi ogni elemento deve essere valutato con attenzione e usato al momento giusto per la buona riuscita di una tattica particolare. Questa modalità è consigliata a chi cerca una nuova sfida e a chi ha un modo di giocare perfezionista. Il giocatore durante il gioco avrà a disposizione numerose armi ottenibili con il proseguimento della storia, e in aggiunta, delle abilità particolari: i Plasmidi,  abilità che permettono al giocatore di effettuare molte azioni addizionali come impossessarsi di un nemico, incendiare parti dello scenario, scagliare dardi elettrici e molto altri. Ogni Plasmide sarà ottenibile e potenziabile usando un tipo di valuta “speciale”: l’ADAM, che possiamo ottenere in parti nascoste dei livelli oppure affrontando determinati tipi di nemici: i “Big Daddy”, potentissimi mostri accompagnati da una bambina, una volta uccisi dovrete decidere se salvare o uccidere la bambina, se la ucciderete avrete più ADAM ma sarete più vicini ad un finale “cattivo”, se la salvate avrete meno ADAM e sarete vicini ad un finale “buono”. Il comparto sonoro di questo titolo è STUPENDO, ogni ambiente è riprodotto benissimo e ogni singolo passo che faremo all’interno di Rapture sarà una gioia per gli occhi e per le orecchie, la colonna sonora originale del gioco offre numerosi brani molto belli e godibili anche quando non è possibile giocare. In linea generale Bioshock è una gioia per gli occhi e le orecchie, il giocatore non si stancherà mai di giocarci, ogni elemento è ben curato ed ogni parte delle ambientazioni può essere usato a vantaggio del giocatore. Un gioco imperdibile che tutti dovrebbero provare, primo capitolo di una trilogia fantastica che ha appassionato numerosi giocatori. Giocateci, non sarete delusi!

Rispondi