Black Friday significa letteralmente venerdì nero. E’ negli Stati Uniti il giorno successivo al Thanksgiving Day (giorno del ringraziamento) e tradizionalmente dà inizio alla stagione dello shopping natalizio con 24 ore di offerte e promozioni.

Le origini risalgono al 1924, quando i magazzini Macy’s di New York organizzarono, il giorno successivo a quello del ringraziamento, la prima parata per celebrare l’inizio dello shopping natalizio. Con il boom economico degli anni’80 il Black Friday esplose negli Stati Uniti per poi diffondersi in altri Paesi. Internet e le vendite on line hanno poi fatto il resto, contribuendo ad aumentare la “febbre” da saldo.

L’origine dell’espressione rimane incerta. Per alcuni sarebbe nata a Philadelphia e deriverebbe dal pesante e congestionato traffico stradale che si sviluppa  in quel giorno. Per altri farebbe riferimento alle annotazioni sui libri contabili dei commercianti che una volta venivano fatte a mano. Si usava il colore rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo.  Il venerdì dopo il giorno del ringraziamento, grazie alle promozioni, i conti erano segnati in nero.

Nel nostro Paese è esploso anche grazie all’arrivo di un colosso come Amazon, che quest’anno ha anticipato il Black Friday con una settimana di promozioni.
In questi giorni Amazon Italia ha fatto notizia non solo per gli sconti, ma anche per lo sciopero dei dipendenti del centro di distribuzione di Piacenza, uno degli hub principali. Sciopero previsto anche per oggi, che rischia di trasformarsi in un vero e proprio venerdì nero.

Elettronica, abiti e giochi per i più piccoli. Questi i settori più caldi di questo Black Friday.L’86% degli intervistati ha dichiarato di avere in programma di usufruire delle offerte del black friday, un +4% in più rispetto al 2016. Informarsi online si conferma anche per questa occasione un trend (71%) contro un 29% di chi lo fa offline. Inoltre, la maggior parte degli acquisti avverrà in negozio (61%), mentre un 39% acquisterà online.

Rispondi