Dopo il 3-0 ottenuto contro il Cagliari i tifosi interisti attendono di sapere chi tra Napoli e Verona conquisterà i quarti di finale di Coppa Italia, affrontando, dunque, i nerazzurri nella sfida che varrà la semifinale del torneo.

Considerata la posta in palio e la rivalità storica tra le due tifoserie non possiamo che assistere ad un match coinvolgente.

Sarri si affida ad un moderato turnover (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Strinic, Allan, Valdifiori, David Lopez, El Kaddouri, Higuain, Mertens.

Del Neri schiera (4-2-3-1): Coppola, Bianchetti, Moras, Helander, Pisano, Checchin, Hallfredsson, Jankovic, Siligardi, Fares, Wszolker.

Fischio d’inizio ed è subito il Napoli ad impadronirsi del terreno di gioco affidandosi al suo centravanti, capocannoniere e, per l’occasione, assist-man Higuain che, involatosi sulla fascia, offre ad El Kaddouri un pallone perfetto che l’attaccante marocchino può solo trasformare in goal (4’).

Trascorrono appena 2 minuti e i tifosi azzurri esultano al raddoppio del Pipita, ma il guardalinee annulla la rete per fuorigioco (6’).

Il Verona subisce l’inizio arrembante dei partenopei, non opponendo resistenza ai dribling del velocissimo Mertens che  ubriaca la difesa avversaria e di sinistro supera il portiere scaligero (11’).

Il risultato sembra acquisito ed è forse questo che induce Higuain, lanciato in profondità da Mertens, a tentare un pallonetto che finisce comodo tra le braccia di Coppola (24’).

Gli ospiti provano nel finale del primo tempo a riaprire il match, ma la parabola di Checchin, pur scavalcando Reina, si infrange sulla traversa (41’).

Nella ripresa Sarri, anche in vista dell’importante gara di campionato contro l’Atalanta dell’amico Reja, inserisce forze nuove: Lopez, Allan ed Higuain lasciano spazio ad Hamsik, Chalobah e Callejon.

È proprio il capitano azzurro che fa sobbalzare i tifosi napoletani quando vanifica un rigore conquistato dallo scatenato Mertens (73’).

L’errore di Marek si trasforma subito in un ricordo indolore grazie alla terza rete realizzata da Jose Maria Callejon, che si fa trovare pronto su cross di El Kaddouri (74’).  

3-0, dunque, è il risultato finale di una partita che ha visto prevalere indiscutibilmente la squadra di Sarri su un Verona non pervenuto.

Il 20 gennaio, al San Paolo (a seguito del sorteggio che ha stabilito la testa di serie), il Napoli affronterà l’Inter. L’unico risultato utile è la vittoria per volare in semifinale e conquistare la sesta Coppa Italia della storia azzurra.

 

Rispondi