Ci siamo, il campionato è finalmente entrato nel vivo: siete pronti a sbaragliare la concorrenza nel primo dei momenti clou di un’intera stagione? Eccovi i consigli per riuscirci.

Torino-Bologna: i granata si presentano spregiudicati al match contro il Bologna con Belotti, Bruno Peres e Moretti. Sconsigliato Brighi, dentro Mounier; tra Mirante e Padelli, favorito il secondo.

Milan-Sampdoria: Romagnoli riuscirà a tenere a bada Eder; anche Cerci e Montolivo faranno bene. I blucerchiati di Montella reagiranno con Muriel e Carbonero, De Silvestri è la scommessa con Niang.

Chievo Verona-Udinese: non sarà facile superare Bizzarri, che va schierato così al fianco di Birsa e Gobbi. Thereau sarà chiamato a sbloccarsi mentre un Iturra in ripresa non vale ancora gli assist di Lodi; occhio ad Edenilson.

Frosinone-Hellas Verona: la paura per un colpo di coda degli scaligeri porta ad escludere Leali, ma non rinunciate a Dionisi e Soddimo. È il turno di Pazzini, titolare senza indugi; Moras abile nel gioco aereo, no a Greco.

Genoa-Carpi: Pavoletti in questo momento è insostituibile, Laxalt potrebbe rifiatare; Ansaldi-Perin innesti intelligenti. Per gli emiliani i nomi caldi sono Letizia e Matos; Lollo potrebbe deludere.

Roma-Atalanta: la difesa ballerina giallorossa impone un turno di stop a Manolas; torna De Rossi e sarebbe buona cosa affidarsi ad uno tra Iturbe e Dzeko. Brivio e Pinilla potrebbero fare al vostro caso, Kurtic l’outsider.

Empoli-Lazio: occhio a Buchel mentre Tonelli è più costante di Laurini. L’incostante Felipe Anderson potrebbe pescare il coniglio dal cilindro; più Lulic che Hoedt, Biglia più decisivo di Saponara.

Palermo-Juventus: sfida tosta a centrocampo, dove Rigoni risentirà la fisicità e la tecnica di Pogba e Lemina; sarà meglio schierare Vazquez ed Hiljemark. I dubbi bianconeri in attacco potrebbero portare all’inserimento di Zaza mentre Buffon potrebbe mantenere la sua porta inviolata.

Sassuolo-Fiorentina: sfida dal profumo di Europa, quella del Mapei Stadium. Dentro Floro Flores, ma per Duncan c’è profumo di giallo nell’aria; bene anche la scelta di Peluso. Impensabile rinunciare al bomber Kalinic e al gioiello Bernardeschi, Vecino l’uomo in più.

Napoli-Inter: per chi soffre di vertigini sarà meglio scendere da questa giostra ad alta quota. Allan ed Insigne sapranno far male al biscione, solo panchina per Albiol. Guarin sarà chiamato ad un lavoro super, ma a spostare gli equilibri sarà Jovetic; meglio dimenticare Telles. Tra Higuaín ed Icardi non c’è storia: convinti sul n.9 azzurro.

Buona fortuna a tutti!

Rispondi