Napoli, che cuore! Toro domato

0
Foto LaPresse - Iannone 31/08/2014 Genova (Italia) Sport Calcio Genoa - Napoli Campionato di Calcio Serie A TIM 2014 2015 - Stadio "Luigi Ferraris" Nella foto:de guzman esulta a fine garaPhoto LaPresse - Iannone 31 August 2014 Genova (Italy)Sport SoccerGenoa - Napoli Italian Football Championship League A TIM 2014 2015 - "Luigi Ferraris" Stadium In the pic:de guzman esulta a fine gara
Foto LaPresse – Iannone 31/08/2014 Genova (Italia) Sport Calcio Genoa – Napoli Campionato di Calcio Serie A TIM 2014 2015 – Stadio “Luigi Ferraris” Nella foto:de guzman esulta a fine garaPhoto LaPresse – Iannone 31 August 2014 Genova (Italy)Sport SoccerGenoa – Napoli Italian Football Championship League A TIM 2014 2015 – “Luigi Ferraris” Stadium In the pic:de guzman esulta a fine gara

L’Epifania tutte le feste porta via, ma ci restituisce, finalmente, il campionato di serie A.

Il Napoli sfida il Torino nel posticipo serale della 18^ giornata avendo la vittoria come unico risultato utile per tenere il passo delle concorrenti Inter, Juve e Fiorentina, che nel pomeriggio avevano già conquistato i tre punti.

I partenopei si schierano con (4-3-3): Reina, Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Hamsik, Valdifiori, David Lopez, Insigne, Higuain, Callejon.

Il Toro risponde con (3-5-2): Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Peres, Acquah, Vives, Baselli, Molinaro, Quagliarella, Belotti.

Fischio d’inizio ed è di Callejon la prima occasione della gara: incursione dello spagnolo in area, ma Padelli manda in angolo deviando alla Garella la sua conclusione (6’). Dalla bandierina Valdifiori offre ad Higuain che, però, gira di destro alto.

È ancora di Callejon il terzo squillo di tromba, il suo bel tiro da fuori area trova però l’opposizione del portiere granata (10’).

Appena cinque minuti dopo, un’azione da manuale firmata Higuain-Callejon-Insigne regala il vantaggio ai partenopei, col talento di Frattamaggiore che  impreziosisce con un tocco a volo delizioso una transizione offensiva fatta solo di passaggi di prima: ne fuoriesce un pallonetto imprendibile, e al 15’ è 1-0 Napoli!

Gli ospiti tentano di reagire allo svantaggio prima con Molinaro, che si invola sulla fascia per vedere poi il suo cross infrangersi sul corpo di Albiol (17’), e poi con Quagliarella, che di testa impegna Reina in una super parata a salvataggio del risultato.

Ma il pareggio è solo rimandato. Un fallo dubbio in area di Ghoulam su Bruno Peres manda lo stesso Quagliarella dal dischetto: Reina intuisce, sfiorando soltanto il tiro di Quagliarella che si insacca in rete (31’). Il numero 27 granata si scusa con i tifosi azzurri per il goal, non sapendo, forse, che a Napoli “chi ama non dimentica!”.

Palla al centro ed i partenopei tornano all’attacco con grande determinazione. La caparbietà napoletana assume il volto del capitano Hamsik che, sfruttando abilmente un passaggio filtrante di Insigne, si regala la gioia del goal nel giorno della 300esima presenza in serie A (40’). 100 di questi giorni (e di questi goal decisivi) Marek! Termina, dunque, il primo tempo con il vantaggio azzurro.

Nella ripresa è ancora il Napoli a tenere le redini del gioco, al 60’ il tiro su punizione del solito Insigne si infrange sulla traversa. Non è altrettanto pericolosa, invece, la punizione battuta poco dopo (65’) da Peres che trova in area la testa di Moretti, ma la palla termina abbondantemente fuori.

Al 75’ Koulibaly pensa bene di fare un regalo agli avversari nel giorno dell’Epifania e lascia il pallone al subentrato Maxi Lopez che ringrazia per il gesto, ma spreca clamorosamente lanciando a centro area una palla imprendibile per i compagni.

Forse per un richiamo di preparazione operato durante la sosta, gli ultimi minuti di gara non sono brillantissimi, ma gli azzurri sopperiscono con una buonissima organizzazione di gioco e rischiano poco o nulla. Sul finale, poi, unico dato da rilevare è l’espulsione per futili motivi dei due allenatori Sarri e Ventura.

Mister Sarri, dunque, si gode dagli spalti la vittoria del suo Napoli che dimostra di saper finalmente lottare e resistere ad ogni attacco, portando a casa il risultato anche in sofferenza (cosa accaduta anche con l’Inter). Buona la prima per questo 2016 e fiato sul collo della capolista!

Oltretutto, voci di corridoio dicono che nello spogliatoio del Toro è stata trovata una calza per il sig. Quagliarella con un biglietto: “due caramelle per te e tanti saluti!”. In fondo i napoletani hanno un gran cuore. Alla prossima, Fabio!

Rispondi