Zelda Tri Force Heroes: Multidivertimento

0

La saga di Zelda è nell’ambiente videoludico da ormai più di 25 anni, ogni capitolo ci ha fatto sognare, piangere e sudare dalla sua difficoltà, ogni volta che viene annunciato un nuovo capitolo tutti gli appassionati saltano di gioia perchè sanno che sta per arrivare un nuovo emozionante capitolo, quando annunciarono Tri Force eroes il cuore di molti appassionati ha cominciato ad andare in corto circuito, questo nuovo capitolo poteva rappresentare un punto di appoggio a chi si approccia per la prima volta alla saga.

kn14escjwh7qrljswc34

L’unione fa la Triforza

Come avvenuto con The Legend of Zelda: Four Swords Adventure ai tempi di Nintendo GameCube e GameBoy Advance, The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes è un titolo solo orientato al multiplayer, l’eroe Link non sarà più solo, saremo infatti aiutati da altri due Link colorati diversamente da noi, solo cooperando i link potranno uscire dall’intricato dungeon.

Il gioco è strutturato in livelli, e ognuno di questi sarà percorribile nella sua interezza solo se si è in tre, molti pulsanti saranno irragiungibili se giochiamo da soli, i tre Link dovrenno essere coordinati, veloci e abili a non sbagliare un colpo, e risolvere ogni enigma alla svelta.

me spesso avviene nei giochi Nintendo, con eleganza veniamo introdotti al cuore di questo gioco, che spinge i giocatori a compiere delle azioni coordinate per riuscire a raggiungere luoghi inaccessibili, attivare pulsanti lontani o sconfiggere nemici e molti boss.

In compagnia, seduti fianco a fianco, il gioco è estremamente divertente: parlandosi ci si coordina, ci si consiglia, si cercano di unire le proprie menti per risolvere gli enigmi. E, soprattutto, si gioisce, ci si dispera, ci si incita, ci si insulta. Erano anni che non trovavamo un gioco capace di rallegrarci così in fretta e in maniera così semplice.

Quando si abbandona la modalità multiplayer locale per spostarsi online, però, le cose cambiano radicalmente. Tutti i consigli che i tre giocatori si possono dare a voce, infatti, in questa modalità vengono affidati a una serie di pittogrammi con protagonista Link. Il gioco, in altre parole, non supporta la chat vocale, una scelta spesso criticata a Nintendo ma che, in questo caso, fa solo del bene al gioco. Quando ci si trova privi della parola e si è costretti ad affidarsi a dei pittogrammi, dunque, le cose si complicano e possono diventare ancora più esilaranti. Nelle nostre sessioni di gioco online ci siamo trovati a risolvere un enigma in due, mentre il terzo giocatore brancolava ancora nel buio: lo abbiamo letteralmente bombardato di emoticon per cercare di spiegargli il da farsi, che ha compreso dopo un paio di minuti facendoci tirare un sospiro di sollievo.

Tutto questo, però, ha qualche limite: tutte le modalità multigiocatore sono giocabili da tre e solo tre giocatori. Se non avete altri due amici con cui giocare, dunque, resterete vincolati alla modalità giocatore singolo o all’online.

6xpfjw8k1m5vq4oy0nxtz16us9lztaxospp9ikmxtv8kfvgtsqliacs4ramznwom

Singleplayer

Se il vero nucleo di The Legend of Zelda: Tri-Force Heroes si riscontra nel multiplayer, il gioco ci delizia anche con una modalità per giocatore singolo che modifica in maniera piuttosto importante la struttura del gioco. In single player, infatti, il giocatore si ritrova al controllo di un solo Link e di due doppioni, che si tramutano in statue invulnerabili quando non sono utilizzati. Il giocatore è spesso chiamato a temporizzare le proprie azioni e a passare in rassegna i tre Link per riuscire a risolvere gli enigmi, che si modificano (spesso lievemente) per adattarsi a questa nuova meccanica, con il risultato di aggiungere una certa legnosità nella risoluzione di alcuni enigmi, semplicissimi se risolti in compagnia di due amici. Le partite in single player sono dunque più lente e molto meno stimolanti di quelle in multiplayer, ma consentono di vedere gli enigmi da un altro punto di vista e di imparare come muoversi nei livelli per poi cercare di completare il gioco online il più rapidamente possibile.

 

I diversi costumi, la possibilità di affrontare il gioco in single player o con qualche amico, la modalità online e persino i diversi power up raccolti dagli eroi all’inizio di ogni mondo modificano l’esperienza e allontanano la ripetitività. Tri-Force Heroes è un titolo fatto per essere giocato e rigiocato, e che può mantenere la vostra attenzione per diverse ore se amate giocare in maniera sociale o, semplicemente, siete dei maniaci collezionisti e desiderate tanto sbloccare alcuni fra i costumi più bizzarri presenti nel gioco.

Rispondi